Newsletter Subscription

Software online per aumentare le conoscenze in ambito di tecnica lineare

La tecnica lineare è molto richiesta quindi necessita di un alto grado di conoscenza quando si sviluppano o selezionano soluzioni di questa tipologia. 

Le domande chiave includono: quale tecnologia di azionamento è più appropriata per ogni attività di trasporto? Quale livello di ripetibilità è richiesto? Qual è il profilato di scorrimento più adatto? È qui che entra in gioco MotionDesigner®. Oltre a garantire la trasparenza dei requisiti, rende anche più facile prendere decisioni e definire i parametri rilevanti. Il software online fornisce agli utenti un supporto mirato durante la selezione e la progettazione della tecnica lineare item. Passa al setaccio migliaia di possibilità per calcolare la perfetta combinazione di unità lineare, motore e controller per l’attività specifica. Oltre a risparmiare molto tempo, gli utenti di MotionDesigner® ottengono così anche nozioni sulla tecnica lineare. Un approccio didattico basato su una progressione logica di passaggi non solo rende il software più facile da usare, ma fornisce anche risposte chiare a domande fondamentali, rendendo il software un’introduzione ideale al mondo della tecnica lineare e un utile ausilio alla formazione. Lo strumento è completato dal modulo di formazione online “Nozioni di base sulla tecnica lineare” in item Academy. L’unico requisito per accedere a questo modulo è un account utente.

Tecnica lineare item a colpo d’occhio

Maggiori informazioni nel nostro factsheet. Fornisce una panoramica compatta di soluzioni, componenti e numerosi utilizzi della tecnica lineare item.
FACTSHEET

Una guida specifica e utili informazioni sulla progettazione della tecnica lineare

Nella scelta e nella progettazione delle unità lineari è necessario interrogarsi e analizzare tutti i dettagli tecnici necessari e le circostanze dell’applicazione prevista. “Sono integrati anche parametri che vanno ben oltre i semplici dettagli tecnici e sono stati determinati in calcoli e misurazioni completi. Il software attinge a questa competenza specialistica in modo da poter suggerire la soluzione perfetta nel più breve tempo possibile”, spiega Johannes Sodermanns, Product Manager per l’automazione dei macchinari presso item. Inoltre, MotionDesigner® copre le basi della tecnica lineare e di azionamento. In questo modo, gli utenti scoprono quali componenti in quali dimensioni sono rilevanti per la soluzione di automazione e quali dettagli devono essere definiti. Il software imposta i punti focali e suddivide il processo di configurazione in sezioni separate. Gli utenti indicano le loro esigenze di trasporto tramite il software intelligente e sono guidati passo passo attraverso le varie sezioni sequenziali.

Ulteriori informazioni e definizioni possono essere visualizzate anche in numerosi punti dove è necessario regolare parametri o registrare dati tecnici.

La stessa strategia viene utilizzata per l’intero processo, dalla selezione dell’unità lineare alla compilazione della documentazione di progetto. Questo approccio strutturato crea chiarezza in tutto, che fornisce agli utenti una base per osservare da vicino i vari punti focali durante la progettazione di un’unità lineare. Il know-how della tecnica lineare viene trasmesso lungo il percorso, quasi come effetto collaterale. Quale tipo di azionamento, motore, controller, riduttore e gruppi di azionamento potrebbe valere la pena considerare? Gli utenti ottengono risposte dettagliate a tali domande, che sono essenziali per trovare la soluzione appropriata per il relativo compito di automazione. Ulteriori informazioni e definizioni possono essere visualizzate anche in numerosi punti dove è necessario regolare parametri o registrare dati tecnici. Vengono definiti, ad esempio, la ripetibilità e il duty cycle e vengono spiegate le funzioni e i compiti dei sistemi encoder. Informazioni generali e suggerimenti come questi offrono agli utenti una comprensione più approfondita della tecnica lineare.

Step by step verso l’unità lineare perfetta

MotionDesigner® guida sistematicamente gli utenti attraverso il processo di configurazione. Il primo passo è decidere tra la selezione del prodotto e la configurazione dettagliata. Se si opta per la selezione del prodotto, gli utenti devono solo inserire alcuni dettagli prima di scegliere il motore, il cambio e il controller che desiderano da una selezione di componenti compatibili. Con l’opzione di configurazione dettagliata, invece, l’online tool guida gli utenti attraverso tutti i passaggi di configurazione, chiedendo specificamente le circostanze generali della loro applicazione, la disposizione di montaggio, lo scenario di carico e il movimento del carrello. Su questa base, il software consiglia la soluzione appropriata: una combinazione ideale di unità lineare, azionamento e controller. Quindi, come funziona il processo passo dopo passo? Gli utenti che selezionano l’opzione di configurazione dettagliata possono scegliere tra una singola unità lineare, un asse a sbalzo e un asse sincrono. Nella fase successiva, specificano le circostanze generali rilevanti, come la ripetibilità e la tecnologia di azionamento richiesta e l’alimentazione elettrica nel luogo di utilizzo. Sono inoltre necessari dettagli relativi al sistema encoder, alle condizioni ambientali e ai parametri tecnici di vita del prodotto e del ciclo di lavoro.

Se necessario, MotionDesigner® compila una documentazione di progetto dettagliata. Può anche fornire dati CAD e generare un file di configurazione che viene successivamente trasferito al software di messa in funzione MotionSoft®.

Il passaggio successivo consiste nel determinare la disposizione di montaggio e l’allineamento della slitta, dopodiché viene definito il profilato di movimento. Sulla base dei profilati di movimento e di carico inseriti, insieme a calcoli precisi, MotionDesigner® suggerisce quindi l’unità lineare. Il prossimo compito è definire la posizione dell’assieme. Qui è dove l’utente determina la posizione dei componenti dell’azionamento e la disposizione del riduttore e del motore, indicando anche se il controller deve essere fornito parametrizzato. Nella fase finale, gli utenti hanno la possibilità di specificare i componenti di base desiderati e possono anche selezionare ulteriori accessori del controller ed eventuali cavi richiesti. Se necessario, MotionDesigner® compila una documentazione di progetto dettagliata. Può inoltre fornire dati CAD e generare un file di configurazione che viene successivamente trasferito al software di messa in funzione MotionSoft®.

Gli utenti che selezionano l’opzione di configurazione dettagliata possono scegliere tra una singola unità lineare, un asse a sbalzo e un asse sincrono.

Nozioni sulla tecnica lineare e aiuto per l’inserimento dei dati

L’approccio metodico utilizzato durante il processo di configurazione e i numerosi suggerimenti e funzioni di aiuto nel tool sono particolarmente pratici. Ad esempio, agli utenti vengono forniti preziosi consigli sull’analisi di dati. Le illustrazioni forniscono utili nozioni sulla tecnica lineare. Quando è necessario inserire valori specifici, il software limita automaticamente l’intervallo per possibili inserimenti per consentire solo valori realistici. Ad esempio, la lunghezza della corsa deve essere compresa tra 0 e 5820 mm. Ciò previene in particolare dati errati, difetti di progettazione e attività inutilmente complesse. Se vengono modificati singoli parametri, il software si adatta automaticamente in pochi secondi.

L’esecuzione dei calcoli dopo la modifica di un valore richiede molto più tempo con la configurazione manuale rispetto all’utilizzo di MotionDesigner®. Gli utenti tendono a evitare di apportare modifiche in questi casi, mentre il nostro software garantisce sperimentazione, prova e confronto di approcci differenti in modo rapido e veloce.

“L’esecuzione dei calcoli dopo la modifica di un valore richiede molto più tempo con la configurazione manuale rispetto all’utilizzo di MotionDesigner®. Gli utenti tendono a evitare di apportare modifiche in questi casi, mentre il nostro software garantisce sperimentazione, prova e confronto di approcci differenti in modo rapido e veloce”, spiega Sodermanns. Ad esempio, le applicazioni tipo e i contenuti didattici che sono stati creati nel software possono essere salvati e riaperti di volta in volta. Il modulo “Nozioni di base sulla tecnica lineare” in item Academy è consigliato a tutti gli utenti che desiderano saperne di più sul funzionamento della tecnica lineare e sui vari tipi di guida lineare e tecnica di azionamento. Grazie al suo design interattivo, questo modulo di formazione online con numerose animazioni 3D spiega molto chiaramente la teoria della tecnica lineare.

Dover posizionare i componenti con un clic o un tocco aiuta la struttura tecnica a rimanere meglio nella mente dell’utente. In questo esempio viene spiegato il montaggio di una trasmissione a cinghia dentata.

I vantaggi del software per docenti e studenti

MotionDesigner® è un’applicazione browser nel cloud, quindi l’unico requisito per utilizzarla è un dispositivo con accesso a Internet. Non sono necessari aggiornamenti o download: questo tool di selezione e progettazione intelligente è sempre aggiornato e pronto per l’uso. Può anche essere facilmente incorporato in videoconferenze o webinar. I partecipanti possono quindi seguire tutti i passaggi in tempo reale, ovunque si trovino. “item MotionDesigner® non è solo una soluzione software che semplifica e velocizza notevolmente la configurazione dei sistemi lineari. È anche uno tool online ideale per scopi di formazione”, sottolinea Sodermanns. Dai laboratori di formazione e scuole professionali alla formazione aziendale, lo strumento è perfetto per insegnare le basi della tecnica lineare.

Grazie a MotionDesigner®, i docenti possono spiegare argomenti come le tecniche di azionamento e guida o l’influenza di aspetti statici e dinamici, senza materiali aggiuntivi.

I piani didattici possono essere basati sulla struttura logica di MotionDesigner®: dalla definizione di un’unità lineare, le circostanze generali di un’applicazione, le basi della tecnica lineare e una descrizione dei singoli componenti fino agli accessori e alla documentazione finale in linea con le direttive macchine. La correlazione pratica diretta serve ad ampliare e consolidare i contenuti dell’insegnamento. Grazie a questo tool, i docenti possono spiegare argomenti come le tecniche di azionamento e guida o l’influenza di aspetti statici e dinamici, senza materiali aggiuntivi. Anche gli studenti ne traggono vantaggio, poiché possono utilizzare il tool a casa o in altri luoghi per acquisire conoscenze più approfondite in qualsiasi momento.

Vuoi restare aggiornato in merito alla tecnica lineare? Abbiamo quello che fa per te! Iscriviti al blog compilando il riquadro in alto a destra.