Newsletter Subscription

Stanze modulari per una vita flessibile

Sentirsi a casa grazie alla combinazione di profilati e tecnologia lineare.

La crescente mobilità dei giovani dipendenti, una crescita significativa del numero di famiglie monoparentali e il successo della sharing ecnomy, che opera con il motto “condividere, non possedere”, sono tutti fattori che stanno plasmando l’attuale mercato immobiliare. Molte persone vogliono vivere in centro città a discapito delle dimensioni dell’appartamento con fattori finanziari che influenzano anche le loro priorità. Qual è il modo migliore per il settore immobiliare di rispondere a queste tendenze? Il complesso residenziale noto come “The Jay”, ad Adliswil, un sobborgo di Zurigo, in Svizzera, sta già mostrando come potrebbe funzionare. In questo edificio per uffici convertito, 41 dei 96 appartamenti sono stati dotati del concetto di camera modulare MOVEment di MOVEment Systems AG. I singoli moduli possono essere spostati con il semplice tocco di un pulsante, il che significa che tutti i comfort possono essere inseriti in uno spazio più piccolo. La tecnologia dei profilati di alluminio del Sistema dei Componenti MB di item fornisce stabilità al sistema.

Modularità e flessibilità fino in fondo

Sono passati alcuni anni da quando MOVEment Systems AG, una consociata di Halter AG, una delle principali attività immobiliari svizzere, ha incontrato il concetto di “elastic living dell’architetto austriaco Angelo Roventa, che utilizza un arredamento mobile. “L’idea di base è tanto semplice quanto pratica. Gli utenti gestiscono lo spazio tra armadio, letto e parete ”, spiega Alex Valsecchi, amministratore delegato di MOVEment Systems AG. Questo concetto di sala modulare è stato sviluppato in un prodotto chiamato “MOVEment”, che incorpora, insieme ad altri aspetti, l’automazione sotto forma di tecnica lineare. Innanzitutto, è stato creato un modello virtuale che i potenziali investitori potevano visualizzare con l’aiuto degli occhiali VR.

La tecnica di collegamento dei profilati item garantisce una costruzione rapida.

Alla fine, è stato trovato un investitore che era molto desideroso di equipaggiare alcuni degli appartamenti in un edificio per uffici convertito con questi sistemi. Questo è stato l’inizio del concetto di stanza modulare in “The Jay”. Innanzitutto, sono stati sviluppati tre diversi prototipi, incluso uno basato sulla tecnica modulare dei profilati item. “Abbiamo scelto item per avere una soluzione per il futuro e abbiamo realizzato e certificato un prototipo.”, afferma Valsecchi. Il passo successivo è stato sviluppare e realizzare rapidamente questo modello, che siamo riusciti a fare entro un anno. In particolare, è stata la tecnica di collegamento semplice e flessibile dei profilati item a vincere, in quanto ha assicurato una rapida costruzione delle strutture del telaio.

Il design minimal ma accogliente degli appartamenti “The Jay”. 

Stile di vita urbano in “The Jay” grazie a un sistema di ambienti modulari

Quindi, come funziona esattamente questo sistema modulare per ambienti? I singoli moduli possono essere spostati con il semplice tocco di un pulsante. Nel modello “Senior” più completo, ad esempio, questi sono i moduli letto, armadio e ufficio. A seconda dell’ora del giorno, i moduli che non sono attualmente necessari possono essere spostati lateralmente, liberando più spazio. Questo viene fatto usando un pannello operativo, sul quale è possibile definire sia posizioni preimpostate del modulo che posizioni personalizzate. Il risultato è un uso ottimale dello spazio nell’appartamento. Dal momento che gli appartamenti di “The Jay” sono arredati e ci sono vari design tra cui scegliere, questo si occupa anche di uno degli aspetti più stressanti del trasloco.

Il concetto di stanza modulare consente agli inquilini di “The Jay” di concentrarsi sulle cose importanti della vita vivendo nel massimo comfort.

In un sondaggio tra gli inquilini, il feedback è stato eccezionalmente positivo. Ha dimostrato che il concetto ha soddisfatto perfettamente le esigenze dei gruppi target. Gli inquilini comprendono molti giovani professionisti, single e dipendenti che vivono nel fine settimana in Svizzera o nei paesi circostanti con le loro famiglie. Un appartamento innovativo in un sobborgo di Zurigo, un centro di affari in cui aziende come Google hanno uffici, è sicuramente una “proprietà privilegiata” per gli inquilini come questi. Il concetto di stanza modulare consente loro di concentrarsi sulle cose importanti della vita, vivendo comodamente in “The Jay”. C’è anche spazio comune sul tetto per chiacchiere rilassate la sera, anche abbastanza in linea con la filosofia della “condivisione”.

La flessibilità di MOVEment consente molta libertà di movimento in spazi limitati.