Newsletter Subscription

Analisi automatizzata: fino a 10.000 test per coronavirus al giorno

Con l’aumento dei casi durante la seconda ondata della pandemia, vi è anche una crescente necessità di modi più efficienti per analizzare i test relativi al coronavirus. 

Il nostro blog ha già riferito su come i prodotti e le soluzioni di item stiano contribuendo ad affrontare la pandemia di coronavirus. Alcuni esempi includono pareti protettive e supporti per disinfettanti e cabine per impianti di produzione di mascherine. Questo articolo continua sulla stessa linea e affronta un problema che è diventato sempre più importante, soprattutto nelle ultime settimane, ovvero analizzare i test per il coronavirus. Con l’aumento del numero di casi e l’aumento delle persone potenzialmente infette, cresce anche il numero di test effettuati, il che rischia di portare i laboratori ai limiti della loro capacità. L’azienda tecnologica statunitense PerkinElmer, specializzata in salute ambientale e umana, ha creato un’innovativa soluzione automatizzata che utilizza i profilati della serie X 8 e XMS di item.

Enorme aumento di capacità di test

Le workstation PerkinElmer automatizzano l’analisi dei test PCR (PCR = reazione a catena della polimerasi), il metodo principale utilizzato per rilevare il virus. Con questo tipo di analisi, l’acido ribonucleico virale (RNA) viene estratto da un tampone e identificato utilizzando il quantitativo in tempo reale di PCR (qPCR). Ciò richiede in genere al personale di laboratorio di eseguire passaggi manuali utilizzando diverse apparecchiature. Unendo tutte queste attività, il braccio robotico plate::handler™ FLEX integrato nella workstation aumenta notevolmente la sua efficacia. “Si può ottenere una produttività molto più elevata, aspetto fondamentale in questo momento. La nostra workstation G3 ad alta produttività end-to-end™ può elaborare fino a 10.000 campioni in 24 ore”, afferma Anne Millahn. Nel suo ruolo di product manager associato presso PerkinElmer ad Amburgo, si occupa di soluzioni di automazione e quindi delle postazioni di lavoro utilizzate per analizzare i test relativi al coronavirus.

Perfetto per le analisi sui test per il coronavirus

Oltre alla suddetta workstation, il livello di configurazione superiore con le apparecchiature più complete, attualmente più richieste, ci sono anche cinque piccoli modelli per l’analisi dei test per il coronavirus. Le workstation explorer™ G3 sono personalizzate in base alle specifiche del cliente, in particolare allo spazio disponibile in laboratorio. Inoltre, hanno tutte una struttura modulare, che le rende anche modificabili se necessario. Questo è possibile grazie a un telaio di base realizzato utilizzando i profilati della serie X 8 di item. Inoltre, le gambe esterne del tavolo sono realizzate con profili XMS. Oltre alle considerazioni sulla qualità e sulla modularità, ci sono ragioni del tutto pragmatiche per questo. “L’installazione dei vari cavi è molto semplice, il che è molto pratico per noi, perché la workstation ha sempre un primo e un secondo livello”, sottolinea la signora Millahn.

item ha una filiale ad Amburgo e consegna i telai di base già assemblati. Consideriamo item come un fornitore di soluzioni nel vero senso della parola.

Le gambe dei tavoli realizzate con profilati XMS hanno l’ulteriore vantaggio di connettersi senza soluzione di continuità alla parte superiore del telaio. Dopo tutto, anche l’estetica è importante. “item ha un design molto elegante che si adatta alle nostre esigenze di qualità e design ed è adatto per una soluzione di automazione premium. Ci è piaciuta molto l’estetica delle soluzioni di item in un progetto precedente”, continua la signora Millahn. La coordinazione diretta con item semplifica la vita anche per PerkinElmer. “L’azienda fa tutto il lavoro di assemblaggio per noi e consegna i prodotti completamente assemblati. Consideriamo item come un fornitore di soluzioni nel vero senso della parola”, aggiunge. Grazie a questo pacchetto all-in-one, i profilati item sono stati utilizzati in tutte le workstation PerkinElmer dal 2017.

Questa workstation ™ G3 sta svolgendo un lavoro prezioso nella ricerca contro il cancro.

L’automazione semplifica numerose sfide

Le workstation automatizzate di PerkinElmer si trovano anche in molte altre applicazioni. Ad esempio, un laboratorio austriaco utilizza la workstation explorer™ G3 per scopi di ricerca sul cancro. Anche in questo caso, l’intero sistema è personalizzato, incluso il telaio di base item. Il livello di automazione raggiunto con queste postazioni di lavoro non ha espressamente lo scopo di rendere superfluo il personale di laboratorio, ma piuttosto di alleviare la pressione su di essi svolgendo compiti particolari. Vi sono anche circostanze particolari da prendere in considerazione, come la grave carenza di personale specializzato in questo campo. Ciò ha comportato un forte aumento dell’età media del personale di laboratorio, da circa 43 solo tre anni fa a circa 55 attualmente. Vista in questo contesto, l’automazione delle analisi dei test è attiva su due fronti: la forte domanda (come nell’attuale analisi dei test per il coronavirus) e la carenza di personale. Ultimo ma non meno importante, anche i dipendenti esistenti ne beneficiano. “Piuttosto che occuparsi di compiti relativamente semplici, ora possono concentrarsi su un lavoro di ricerca più impegnativo grazie all’automazione”, sottolinea la Millahn.

Vuoi rimanere aggiornato sui vari modi in cui i prodotti item vengono utilizzati? Abbiamo proprio quello che stai cercando! Iscriviti al blog item cliccando la casella in alto a destra.